Diario di un bannato, parte 1

Salve a tutti. Di recente uscito da ben 14 giorni di ban diretto perché ho offeso un altro giocatore in aram per la prima volta in 6 anni di gioco, ho ripreso a giocare più o meno con la stessa frequenza dopo un periodo di stop da qualsiasi cosa riguardasse League (streaming, YouTube, builds, patch, etc). Senza entrare nel merito della punizione inflittami che, tengo a precisare, non era di tipo razzista, sessista, ma basata sul modo di barare tutto legale che contraddistingue i giocatori con un aram account (ovviamente è la mia personale opinione), mi ritrovo ad assistere a scene di una violenza verbale quotidiana che onestamente mi lasciano quantomeno perplesso. Premetto subito col precisare il punto focale di questo post: la sospensione di 14 giorni mi ha fatto perdere la ricompensa stagionale, come ben sapete; mi ha impedito di giocare ad un videogioco che nel corso del tempo ho ampiamente pagato, ma c'è una cosa che non ha fatto. Non ha cambiato la mia attitudine. Quello che sostengo, infatti, è che non avendo mai flammato in sei anni, seppur intermittenti a livello di frequenza (attitudine che mi ha portato a riscuotere OGNI singolo premio legato all'honor da quando il sistema è stato istituito, comprese le icone personalizzate che sono state rilasciate tempo fa come honorable opponent) se non una volta (motivazione a mio parere verosimilmente giusta, ma con modi sbagliati), direi che rimanendo in media per altri 6 anni sono a posto. Ritorno al punto, ban diretto di 14 giorni senza preavviso. E quotidianamente mi imbatto in svariati "Kys","i'll cut your throat"+ una etnia a scelta, senza contare altri tipi di offese più o meno fantasiose che provocano in me un sincero disgusto, così come in precedenza. E' chiaro che, utilizzando una semplice app di android, è facile verificare come queste persone continuino a giocare regolarmente. E' questo il motivo che mi ha spinto a scrivere oggi. Ma c'è una sfumatura in più adesso, che arricchisce il bagaglio di emozioni che si affollano nella mia mente quando mi ritrovo (puntualmente) davanti ad eventi del genere. Ripenso alle parole della persona del supporto che ha trattato il mio caso quando ho chiesto spiegazioni (niente nomi, chiaramente). E capisco quanto sia triste, incatenato ad una posizione che non gli permette di decidere nulla, gli impedisce di regolarsi sui singoli episodi e di affidarsi al buonsenso per prendere una decisione. Esegue supportando un sistema sbagliato, neanche lontanamente classificabile come sufficiente a soddisfare i bisogni di una community molto grande ma che non raggiunge quei "mostri sacri" di cui si parla ad esempio in televisione nei servizi dedicati. (Per vari motivi. E forse, e dico forse, anche questo ne fa parte). Lungi da me l'intenzione di scostare i sostenitori ferventi dalle proprie convinzioni (quelli che "se sei stato bannato è giusto, a morte i flamers, il sistema è perfetto"), questo è solo un diario personale. Che non serve a niente e nessuno, solo a me stesso. Per ricordarmi del tempo perso. Ah, un'ultima cosa. Non gioco più ARAM. Saluti e alla prossima
Condividi
Segnala come:
Offensivo Spam Molestie Forum errato
cancella